Cerca nel blog

martedì, dicembre 10

LA GRANDE POESIA


GIACOMO LEOPARDI
 
IMITAZIONI
 
Lungi dal proprio ramo,
Povera foglia frale,
Dove vai tu? - Dal faggio
Là dove io nacqui mi divise il vento.
Esso, tornando, al volo
Dal bosco alla campagna,
Dalla valle mi porta alla montagna.
Seco perpetuamente
Vo pellegrina e tutto l'altro ignoro.
Vo dove ogni altra cosa,
Dove naturalmente
Va la foglia di rosa,
E la foglia d'alloro.
                           Giacomo Leopardi
La meditazione sulla natura, e sui fenomeni di essa, dà sempre buoni frutti. In ogni caso aiuta a vivere meglio e a considerare se stesso come un'appendice al creato. Per la vanità umana una foglia al vento non è nulla... ma per un poeta può somigliare alla vita di un uomo travolto dalle bufere causate da ltri esseri violenti o dolci come il vento: utile o nefasto. In ogni caso un mistero della natura.
Calogero Di Giuseppe 10 Dicembre 2013