sabato, maggio 24

OMAGGIO A MARIA

L'ADDOLORATA
Francesco Biancardi- 1875- Mussomeli, (cl) Parrocchia San Giovanni Battista.
(Nessun fiore può lenire il dolore di una Madre: neanche a Maggio)
LAUDE A S. MARIA
 
La palma tu sei di Cades, Maria
Orto cintato, o santa dimora,
carica sempre del frutto tuo santo,
ora trasvola radiosa sul mondo.
Tu cattedrale del grande silenzio,
Anello d'oro tra noi e l'Eterno,
gl'invalicabili spazi congiungi
e un ponte inarchi sul nostro esilio.
 
Madre di gloria, ora sei la figura
Di come un giorno sarà la sua chiesa:
la sposa ornata e pronta alle nozze,
la città santa che scende dal cielo.
 
Ma dal tuo trono discendi ancora
E torna ovunque a donarci il Figlio
Perché da soli noi siamo perduti
E non abbiamo più un senso per vivere.
O Trinità, misteriosa e beata,
noi ti lodiamo perché ci donasti
la nuova aurora che annuncia il tuo giorno
Cristo, la gloria di tutto il creato.
Davide Maria TUROLDO.
 

L’ALTRA CROCE

Se (io) fossi un poeta
Descriverei il muto dolore
D’una madre
Di un Dio morente.
 .
Se (io) fossi un poeta
Fisserei gli occhi struggenti
Sembianza di dolore
Di crocifissa madre
E l’urlo silente
Che si può sentire.
.
E Tu crocifisso salvatore
Guarda questa donna…
.
Cosa hai fatto di tua madre
Che piange con Te?…
.
Riversa il tuo sangue
Plasma il suo dolore
Immagine che langue …
.
Una dura pietra
Le si scioglie in cuore.
Calogero Di Giuseppe
29 Marzo 1997
…..*…..

Veronica

Non aspettare che passi
Un altro Messia
Per lenire col panno
Il dolore di un volto
Di sangue impregnato.
.
Là nell’angolo c’è
C’è un Uomo drogato
Un volto senza nome
Di dignità privato.
.
Col tuo panno dell’amore
Detergilo donna…
Tienilo in grembo
Che spiri sul calvario
Con un cuore sopra il cuore.
Calogero Di Giuseppe
7 Aprile 1997
.....*.....
Da OMAGGIO A MARIA
Autori vari.
Di Calogero Di Giuseppe Ed. cdc (Mi)